Abate

Abate can. 370,620,1427 c.j.c.

Superiore di un monastero o di una congregazione monastica che presiede l’abbazia territoriale. L’(—) locale è giudice di prima istanza nelle controversie che insorgono all’interno del monastero; se la controversia dovesse verificarsi tra due monasteri della stessa congregazione monastica, competente a dirimere la questione è l’(—) superiore.