Città europea della cultura

Città europea della cultura

Designata ogni anno dal Consiglio dell’Unione europea, a partire dal 1985 la città europea della cultura beneficia di finanziamenti comunitari per l’organizzazione di concerti, spettacoli, festival del cinema ed altre manifestazioni culturali.

Città europee della cultura


1985: Atene
1986: Firenze
1987: Amsterdam
1988: Berlino
1989: Parigi
1990: Glasgow
1991: Dublino
1992: Madrid
1993: Anversa
1994: Lisbona
1995: Lussemburgo
1996: Copenaghen
1997: Salonicco
1998: Stoccolma
1999: Weimar

Per l’anno 2000, a causa del particolare significato simbolico di questa data, sono state elette città europee della cultura ben nove città: Avignone, Bergen, Bologna, Bruxelles, Cracovia, Helsinki, Praga, Reykjavik e Santiago de Compostela.
Tali città, i cui rappresentanti si riuniscono regolarmente, porteranno avanti cinque progetti congiunti, per la cui realizzazione potranno disporre del sostegno della Comunità.
Parallelamente nel 1990 è stato istituito il Mese europeo della cultura, che coinvolge con gli stessi intenti le città dell’Europa centro-orientale che non fanno parte della Comunità.